Teresa mon amour

di Julia Kristeva

Autori

di
Julia Kristeva
traduzione 
Sarah Montella
adattamento per la scena
Carla Peirolero 

Interpreti

con
Carla Peirolero 

Roberta Alloisio 
canto
Mario Arcari
fiati

Regia

Enrico Campanati 
musiche a cura di 
Mario Arcari

allestimento scenico
Arianna Sortino

costumi
Elisa Gandelli

luci
Andrea Torazza

Produzione

Chance Eventi
Compagnia del Suq
in collaborazione con 
Centro Banchi

Si ringrazia 
Alliance Francaise e Centro Medì

Prodotto nell’ambito del 17° Suq Festival Teatro del Dialogo, Teresa mon amour è andato in scena a giugno 2015, nella cornice barocca della Chiesa di San Pietro in Banchi a Genova, alla presenza dell’autrice Julia Kristeva, filosofa, psicanalista, scrittrice di fama internazionale. Tre repliche che hanno fatto registrare il tutto esaurito, segno di un’idea che ha interessato e interessa un pubblico davvero eterogeneo. Un incontro quello della Compagnia del Suq con Teresa D’Avila che continua un percorso dedicato ai temi religiosi, iniziato con grande successo insieme a Don Andrea Gallo in Esistenza soffio che ha fame, che si chiudeva proprio con un brano di Teresa D’Avila.

Nello spettacolo la sua figura si coglie nei suoi aspetti di donna d’amore e desiderio, in lei stanno insieme santità e passione, la concretezza della sua attività riformatrice e le sue estasi spirituali, una donna dal pensiero libero che ancora oggi stupisce leggendo I suoi scritti, e che prima del Suq ha fatto innamorare Julia Kristeva.
Parole e musiche si intrecciano con grande efficacia, arrivando al cuore degli spettatori. E proprio un grande cuore appeso ha caratterizzato l’allestimento scenico nella Chiesa di San Pietro in Banchi.
“Teresa donna tormentata ma sorridente – scrive Julia Kristeva nel libro Teresa mon amour (Ed. Donzelli) che ha ispirato poi il copione – severa perché generosa, mortifera e allegra, monaca di clausura folle ma sorprendentemente lucida, ha imposto al mondo intero le metamorfosi del suo corpo amoroso con il pretesto di un desiderio per l’umanità di Cristo”.

 

“Una moderna passione barocca. Che aggiungere all’ossimoro di Julia Kristeva, intellettuale bulgaro parigina a tutto campo, dopo il recital di Carla Peirolero dedicato al suo libro su santa Teresa d’Avila “Teresa mon amour”? L’autrice ha voluto assistere personalmente a Genova, nella chiesa di San Pietro in Banchi, a due passi dal Porto antico, a una rappresentazione già affidata tempo fa a Isabelle Huppert, che l’ha portata in scena all’Odeon di Parigi. A differenza di quanto è accaduto in Francia, per la sua prima italiana lo spettacolo è stato impostato su una sola voce recitante: quella di Carla Peirolero, intensa, appunto come non mai, sintonizzata anche grazie alla regia di di Enrico Campanati, sul canto di Roberta Alloisio e le note di Mario Arcari al flauto”.
Silvana Zanovello, Blog’N’Roll – Il Secolo XIX

“Quello che emerge dalla figura interpretata da Carla Peirolero, con il contrappunto musicale di Roberta Alloisio e Mario Arcari, è il ritratto di una donna libera (…). Testi quasi psicoanalitici e modernissimi, in cui paragona l’anima ad un castello fatto di sette camere interne”.
Erica Manna, La Repubblica Genova

 

Info su Teresa mon amour

Debutto: dal 22 (prima nazionale) al 24 giugno 2015 presso la Chiesa di San Pietro in Banchi (Genova) all’interno del Suq Festival Teatro del Dialogo.

Altre repliche: il 20 luglio 2016 nella Chiesa di San Matteo (Genova).

Selezione rassegna stampa >>
Chi è di scena – Rai 3 >>

Disponibile per tournée anche in spazi non teatrali.
Info: segreteria di produzione tel. 010 5702715 – teatro@suqgenova.it .