Cucine Suq

Dove ci trovi

Come raggiungerci

Con i mezzi pubblici
Da Genova Principe:
Bus n° 1 per Caricamento, o Metro fermata San Giorgio.

Da Genova Brignole:
Bus n° 13 per Caricamento o Metro fermata San Giorgio.
in auto
Potete arrivare dall'uscita autostradale Genova Ovest, e seguendo le indicazioni per l'Acquario di Genova trovare parcheggio presso l'Acquario o presso il Porto Antico, Calata Gadda.


Speciale turisti

Se desideri venire al Suq contatta Incoming Liguria per assaporare al meglio un weekend a Genova.

Tel 010 2345666
info@incomingliguria.it

Cucine Suq

Tante le cucine che si possono assaggiare al Suq Festival: dalla messicana alla kashmira, dalla ligure all’indiana, dalla senegalese all’est europea, passando per marocchina, araba, fusion, eritrea, tunisina e spagnola. Scopri sul programma completo le cucine presenti al 18° Suq Festival, dal 16 al 26 giugno al Porto Antico di Genova.

Per quanto, in questi anni, l’organizzazione del Suq Festival abbia potenziato moltissimo il programma di spettacoli, concerti, incontri; per quanto i vari riconoscimenti, anche Europei, abbiano messo in luce soprattutto la nostra capacità di fare rete, con collaborazioni e legami che si aprono al panorama internazionale, l’impressione è che il cibo, le differenti cucine, gli aromi che a una certa ora della sera pervadono il mercato, siano ancora l’elemento che suggestiona di più e che si imprime nella memoria dei nostri ospiti.

Conoscere l’Altro, partendo dal cibo

Nel 1999, quando Valentina Arcuri e Carla Peirolero hanno dato vita al Suq Festival alla Loggia di Banchi, non era per nulla scontato accostare la cultura del cibo a performance di danza o teatro, gli assaggi di dolci marocchini ai reading di racconti arabi, perlomeno non a Genova. Ma era la strada giusta: intercettava un desiderio curioso, quello di conoscere tradizioni diverse e di gustarle, anche. “Il cibo aiuta a digerire gli altri” dice Chef Kumalé, da anni amico e collaboratore del Suq Festival.

La ricetta per battere il razzismo

Locandina_Cuciniamoci il futuroE intorno alle tavole multietniche del Suq Festival si è praticato il dialogo molto più che in tanti convegni contro il razzismo. Le ricette per convivere del Suq Festival fanno parte infatti dello spettacolo e del ricettario Cuciniamoci il futuro, curato da Carla Peirolero, Direttrice del Festival e Maurizio Sentieri, nutrizionista e autore di libri di storia e antropologia dell’alimentazione, con la prefazione di Vittorio Castellani alias Chef Kumalé. L’edizione 2015 curata graficamente da Marco Vimercati e edita da Suq Genova in collaborazione con Novamont e Coop Liguria, contiene 26 ricette dei più succulenti piatti del mondo insieme a quelle “per convivere” di grandi autori.

 

I sapori di una ricetta sono i sapori di un mondo possibile, dove il gusto si affina attraverso la varietà degli ingredienti e la differenza è stimolo, e non occasione di pregiudizio. Le ricette rappresentano tanti paesi senza dimenticare la buona tradizione ligure.

Dicono di noi

SUQ è la prova che non bisogna avere paura di cambiare il mondo.Marguerite Barankitse
Questo sì che è Mediterraneo… Complimenti!Predrag Matvejevic
Siete unici al mondo, siete i più bravi, davvero.Federico Rampini
Trovo che il Suq sia un'idea molto contemporanea, soprattutto perchè il mondo ha paura degli stranieri... Qui troviamo qualcosa che è stato caratteristico del Mediterraneo, e cioè convivere con diverse nazionalità e culture.Julia Kristeva
Really enjoyed being part of the Suq Festival. Thank youuuuuuu for the lovely atmosphere and hospitality. Looooots of love!Cigdem Aslan
Siccome l’importante è ciò che si lascia, prima ancora di ciò che si trova, lascio qui un grande entusiasmo. Grazie, continuate così!Marco Baliani