Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

La mia casa è una valigia: incontro con ospite Igiaba Scego

1 Febbraio @ 16:00

Venerdì 1 febbraio alle ore 16  alla Sala Mercato del Teatro Nazionale di Genova, si terrà l’incontro La mia casa è una valigiaStorie di ieri e di oggi di chi è costretto a lasciare la propria casa, che  vede la  partecipazione della scrittrice italo somala Igiaba Scego. Insieme a lei Miryam Kraus, vice presidente dell’ANED Genova. La conduzione è affidata ad Andrea Plebe, capo della redazione cultura e spettacoli del Secolo XIX. L’incontro è arricchito da letture teatrali a cura di  Miriam Selima Fieno Carla Peirolero.
Mi piacerebbe scavalcare quel vetro, ad Auschwitz, aprire le valige con i nomi, e cercare la speranza che vi è rimasta dentro, sono sicura che tornerebbe a casaChi è stato ad Auschwitz certamente ha negli occhi le montagne di valigie, ma anche le pentole o altri oggetti che, per quanto inanimati, ci parlano di chi li ha tenuti in mano, abbracciati, usati: tenui legami tra il passato e la speranza di un futuro.“C’è un paio di scarpette rosse in cima a un mucchio di scarpette infantili a Buchenwald..” (Joyce Lussu), forse non riusciamo a immaginare la bambina che le calzava?  Simboli di vite strappate d’improvviso alla normalità.
Ma chi non ha provato  dolore a vedere le immagini di oggi, quando i naufragi fanno affiorare oggetti quotidiani, vestiti,  che gli immigrati portano con sé nei viaggi della speranza.
Insieme ad alcune letture, e soprattutto grazie a due testimoni d’eccezione come Igiaba Scego e Miryam Kraus intervistate da Andrea Plebe, l’incontro vuole fare riflettere su cosa significa dover lasciare la propria casa, e come si può ricostruire la propria esistenza lontano dal proprio paese, magari anche solo con quello che si può mettere in una valigia.Le letture sono tratte da Anche Superman era un rifugiato a cura di Igiaba Scego e UNHCR (Piemme); La valigia di Dora, un racconto di Gilberto Salmoni;  Le valige di Auschwitz di Daniela Palumbo (Piemme).

Igiaba Scego è l’autrice di La mia casa è dove sono (Loescher), da cui è tratto lo spettacolo della Compagnia del Suq in scena alla sala Mercato dal 30 gennaio al 3 febbraio.  E’ scrittrice e  Fellow dell’International center for humanities and social Chance all’Università Ca’ Foscari di Venezia. Nata a Roma nel 1974, collabora con «Internazionale», «Lo straniero», «la Repubblica». Tra i suoi libri: Pecore nere, scritto insieme a Gabriella Kuruvilla, Laila Wadia e Ingy Mubiayi (Laterza 2005); Oltre Babilonia (Donzelli 2008); Roma negata (con Rino Bianchi, Ediesse 2014).

Le sue opere sono piene di riferimenti autobiografici e si caratterizzano per il precario equilibrio tra le due realtà culturali d’appartenenza, quella d’origine (somala) e quella vissuta nella quotidianità (italiana), restituendo abilmente la doppiezza della dimensione sincretica in cui l’autrice è cresciuta.

L’incontro è a ingresso libero, ed è inserito tra le iniziative del Giorno della Memoria 2019
E’ stato organizzato dalla Compagnia del Suq in collaborazione con il Teatro Nazionale di Genova e l’ANED Associazione Nazionale Ex Deportati, e con il patrocinio e il contributo del Consiglio Regionale Assemblea Legislativa della Liguria

Scarica qui la locandina dell’evento
Per chi fosse interessato ad avere ulteriori informazioni: mail teatro@suqgenova.it –  tel: 329 2054579

Dettagli

Data:
1 Febbraio
Ora:
16:00

Luogo

Teatro Nazionale di Genova – Sala Mercato
Piazza Gustavo Modena
Genova, 16100 Italia
+ Google Maps
Sito web:
www,teatronazionalegenova.it

Altro

Categorie
incontri