Bilancio e futuro

Il progetto CertOSA vuole continuare a mantenere un filo attivo con il quartiere, tenendo vive le relazioni che si sono create e sviluppandone di nuove. Abbiamo progettato un questionario per raccogliere le vostre opinioni, conoscerle per noi è importante! Rispondete qui con un click >>

A questo link un Report con una sintesi dei risultati del progetto >>
Scoprite qui un breve video che ripercorre le principali azioni.

Avete seguito gli eventi teatrali di Mercanti di Storie, il laboratorio di teatro partecipato curato da Carla Peirolero ed Enrico Campanati con gli abitanti del quartiere e dintorni? A questo link un video con le interviste ad alcuni protagonisti.

CertOSA in verde, scopri a questo link >> il video degli ecolaboratori realizzati nella Scuola Ariosto di Certosa.

Video racconti in molte lingue vanno a scuola, per promuovere la bellezza della diversità linguistica in classi che spesso sono frequentate da bambini le cui famiglie sono arrivate a Certosa da altri paesi. I laboratori e l’ascolto dei video racconti hanno stimolato anche il recupero dei dialetti, grazie all’aiuto dei nonni. Scopri l’interpretazione degli alunni della scuola Divina Provvidenza dopo aver visto il video di Zia Osha, racconto in arabo e italiano, e quello di Zuppa di Sasso, in spagnolo e italiano, che i bambini rileggono in 5 dialetti: sardo, genovese, bergamasco, siciliano, calabrese.

CertOsiamo è il giornalino di CertOsa Quartiere Condiviso. Questi i tre numeri usciti con gli appuntamenti, le iniziative principali, i racconti e le ricette.

N.1 CertOsiamo, il giornalino (dicembre 2020 / gennaio 2021)
N.2 CertOsiamo, il giornalino (febbraio / marzo 2021)
N.3 CertOsiamo, il giornalino (maggio / giugno 2021)

CertOSA in diretta riflessioni, confronti, prospettive per un bilancio del Progetto, nel confronto con operatori di altri progetti di partecipazione e innovazione civica, insieme a rappresentanti delle Istituzioni, di Fondazione Compagnia di San Paolo e dei Partner. Qui potete rivedere la diretta >>


CertOSA Quartiere Condiviso

Da ottobre 2019, un progetto che vuole rafforzare il senso di appartenenza, rendere vitale un luogo di antiche tradizioni come il Mercato, recuperare il rapporto tra il centro e la periferia della città, rendere Certosa protagonista di quel cambiamento che la tragedia del Ponte Morandi ha fatto sentire ancora più necessario. “Il luogo è qualcosa che ha a che fare con la memoria, con le emozioni e con il desiderio. Sono una trama intessuta di rapporti. I luoghi stanno alla storia vissuta, come lo spazio sta al tempo cronometrato. I luoghi si riconoscono, si odiano e si amano, gli spazi semplicemente si misurano.” Andrea Tagliapietra

Riscoprire il senso di Comunità

Il quartiere di Certosa, come tutta la Valpolcevera, presenta un bisogno diffuso di riscoprire il senso di comunità, per contrastare i fenomeni di disgregazione sociale, solitudine degli anziani, emarginazione di fasce di popolazione disagiate, mancata integrazione degli immigrati. Un bisogno avvertito da tempo, conseguente alle trasformazioni sociali post crisi economica, segnalato da analisi e studi scientifici, ma ancora più sentito dopo la tragedia del crollo del Ponte Morandi. Certosa ne è stata colpita duramente e direttamente, sia per il problema degli sfollati che per la viabilità completamente compromessa, con forti ripercussioni sulla vita dei cittadini e sulle attività commerciali. Sebbene ricco di realtà associative, eredità di un passato importante, della Genova operaia, il quartiere stenta a mettere a sistema queste energie e a ritrovare coesione. Il suo volto è cambiato, anche invecchiato, e se l’immigrazione, in particolare quella latino-americana, ecuadoriana per la maggioranza, ha portato sicuramente nuova vitalità e gioventù, ha anche provocato criticità per la difficile convivenza tra diverse culture.

Dal Mercato al quartiere condiviso

Attraverso azioni innovative, intergenerazionali e interculturali, partecipative, si vogliono creare legami tra cittadini, associazioni, realtà del territorio con il comune obiettivo di migliorare la qualità della vita, il senso di sicurezza e di appartenenza. Le azioni sono pensate per essere accessibili a tutti i segmenti della popolazione, per orario, contenuti, modalità e ritualità di svolgimento. Il Mercato Comunale come il quartiere risente della crisi ma vuole reagire. La sfida di restituirgli una dimensione forte, riqualificandolo in senso culturale, nuovo, in linea con molti esempi Europei, senza rinunciare alla sua vocazione principale, ma se mai integrandola, costituisce di per sé un elemento aggregante, che riflette benefici su tutto il quartiere; i cittadini hanno un obiettivo raggiungibile, se ne possono sentire responsabili, come rendere accogliente una casa da abitare insieme, e dove ospitare chi viene in visita. Dal Mercato Comunale il Progetto si estende ad altri luoghi pubblici, piazze, strade dove i cittadini saranno coinvolti in percorsi laboratoriali, giochi, momenti di socializzazione e nello spettacolo itinerante urbano.

Le azioni del Progetto

Il progetto si articola in diverse azioni, da ottobre 2019 a maggio 2021. Scoprile tutte a questo link

Al tempo del Coronavirus alcune iniziative si sono spostate online: la raccolta di testimonianze di CertOSA in viva voce e i Video racconti per bambini in molte lingue che scoprite a questo link, il laboratorio teatrale Mercanti di Storie e anche alcune iniziative di CertOsa in Verde come gli ecolaboratori nelle scuole.

CertOsa con chi

Il Progetto è nato, in embrione, a inizio settembre 2018, con alcuni contatti informali con le Associazioni del territorio. La pubblicazione della prima edizione del Bando CivICa di Compagnia di San Paolo è stata l’occasione per mettere a sistema le idee, analizzare approfonditamente gli studi sul quartiere, aggregare i partner, estendere l’ascolto e il confronto con altri soggetti del territorio, immaginare percorsi culturali con una rete di collaborazioni artistiche e professionali.

CertOSA si avvale di numerosi Partner e molte collaborazioni. Scopri chi sono a questo link

Team

Capofila

Carla Peirolero – Project Manager
Emanuela Scagno – Coordinamento organizzativo e amministrazione
Enrica Allegretti – Amministrazione
Serena FolcoCollaborazione organizzativa
Laura ParodiCollaborazione organizzativa
Alberto Lasso – Collaborazione organizzativa
Francesca Pioggia – Marketing
Rosangela Urso – Web e comunicazione
Alessandro Mazzone – Focus group e monitoraggio
Condiviso, Eliana Quattrini – Ufficio stampa

Collaborano al progetto Anna Rita Certo, Mimma Certo, Lucia Favarin, Federica Fossa, Lucia Gambella, Michelle Giliberti, Gabriella Zanone

Partner
Coordinano le attività di Progetto

Claudia Modonesi – Cooperativa sociale A.S.C.U.R.
Martina Pittaluga – Meglio Insieme Onlus
Melissa Zhingre – Casa del Migrante Ecuadoriano in Liguria
Federica Filanti – Consorzio Mercato Comunale di Certosa

Sostenibilità economica

Il Progetto è sostenuto per il 65% dalla Compagnia di San Paolo attraverso il Bando CivICa 2018
La maggior parte delle inziative è a ingresso gratuito, per le altre sono previsti prezzi contenuti o raccolte fondi occasionali che andranno a garantire la buona riuscita del progetto e la sua sostenibilità nel futuro.

 

 


        Certosa è vicina!

           Raggiungibile con la Metro (Capolinea Brin) tutti i giorni, anche la sera!

           Per saperne di più: tel. 329 20 54579  mail certosa@suqgenova.it

           Seguici su facebook @certosaquartierecondiviso