Suq Festival 2018

Dove ci trovi

Come raggiungerci

Con i mezzi pubblici
Da Genova Principe:
Bus n° 1 per Caricamento, o Metro fermata San Giorgio.

Da Genova Brignole:
Bus n° 13 per Caricamento o Metro fermata San Giorgio.
in auto
Potete arrivare dall'uscita autostradale Genova Ovest, e seguendo le indicazioni per l'Acquario di Genova trovare parcheggio presso l'Acquario o presso il Porto Antico, Calata Gadda.


Suq Festival 2018

Da venerdì 15 a domenica 24 giugno a Genova Porto Antico, con un evento teatrale a Ventimiglia, sabato 30 giugno, torna il Suq Festival – Teatro del Dialogo che quest’anno spegne 20 candeline.
Un Festival che intreccia teatro, musica, danza, incontri, workshop, mercato mediterraneo, cucine dal mondo e le buone pratiche dell’ambiente con EcoSuq. Non a caso è stato definito  “teatro multisensoriale” (cfr. ateatro.it ), per questa immersione, davvero unica,  nei profumi e nei sapori delle tante cucine e botteghe artigianali, con spezie, incensi, colori.

Il tema e i luoghi

DONNE, isole, frontiere è il tema di questa edizione, con un accento particolare alla “donne” , in omaggio a quelle che hanno dato vita al Suq ma anche alle tante figure che lo hanno abitato e attraversato, lanciando semi femminili di condivisione o facendo emergere quanto le donne paghino il prezzo più alto della migrazione.

Il Suq Festival arriva a celebrare i suoi 20 anni forte del riconoscimento di best practice d’Europa per il dialogo tra culture e di patrocini illustri a cominciare da UNESCO – Commissione Nazionale Italiana. Ideato da Valentina Arcuri e Carla Peirolero, che ne è direttrice artistica, e curato dall’ Associazione Chance Eventi Suq Genova, anche quest’anno il Festival ricostruisce nella Piazza delle Feste del Porto Antico un teatrale bazar dei popoli, un Suq (mercato in arabo), simbolico di un dialogo possibile tra genti, linguaggi, culture.
Una formula di successo: 40 botteghe artigianali da altrettanti paesi, 14 cucine diverse da assaggiare, spazi per associazioni umanitarie e comunità di immigrati, buone pratiche per l’ambiente e soprattutto un ricchissimo programma artistico di concerti, incontri, performance, showcooking che ruotano intorno alla rassegna teatrale Teatro del Dialogo.

Tutti gli eventi (oltre 100) sono ad ingresso gratuito, esclusi gli spettacoli teatrali, a prezzo calmierato e per cui è prevista l’iniziativa dei “biglietti sospesi” per cittadini in difficoltà.

Oltre Piazza delle Feste, altri palcoscenici del Festival: la Chiesa di San Pietro in Banchi, a poca distanza dal Porto Antico, e l’Isola delle Chiatte, vicino all’Acquario e a Ventimiglia, il Museo Preistorico dei Balzi Rossi, a due passi dalla frontiera con la Francia.

La rassegna Teatro del dialogo

Nel programma teatrale 8 titoli in 4 luoghi scenici diversi. In evidenza: la prima nazionale dello spettacolo Una sottile voce di silenzio Domande laiche sul religioso (16 giugno, Chiesa di Banchi; repliche 17 e 18), Colloqui d’amore, di Gabriele Vacis, con in scena un gruppo di migranti e rifugiati (23 giugno, Isola delle Chiatte), La frontiera a Ventimiglia, reading teatrale dedicato ad Alessandro Leogrande, ideato da Carla Peirolero con Goffredo Fofi, Mohamed Ba e Compagnia del Suq (30 giugno, Museo Balzi Rossi Ventimiglia).

Scopri tutti gli spettacoli

Tra le iniziative collaterali alla rassegna, la messa in scena all’Isola delle chiatte de  Il racconto dell’isola sconosciuta, di José Saramago, per la regia di Enrico Campanati, spettacolo finale del laboratorio teatrale del Suq (21 giugno)

Musica, danza e incontri e…cabaret

Anticipazioni che riguardano la musica: per l’inaugurazione del Suq una band multietnica giovane, l’Orchestra di Torpignattara, vincitrice del Premio MigrArti2017; il concerto di una grande artista quale Teresa de Sio (20 giugno), il Coro delle Mondine (19 giugno), ensemble tradizionale, tutto al femminile, costituito da “vere mondariso”, e da figlie e nipoti di mondine; arriva poi al Suq Baba Sissoko in concerto insieme alla figlia Djana Sissoko.
Previste varie serate e pomeriggi all’insegna delle danze di varie culture: flamenco, africane, orientali, ucraine, swing… L’Isola delle Chiatte ospita  una performance sul tema della migrazione, Attraverso (21 giugno), della Compagnia Perypezie Urbane.  Gli incontri ruotano intorno a temi di attualità, con presentazioni di libri e dibattiti. Tra gli ospiti Gabriele Del Grande, Marco Aime, Omar Rizq.
Novità di quest’anno una serata di cabaret che si preannuncia esilarante con uno speciale Manuale (comico) del bravo genovese, con Andrea Di Marco e i Soggetti Smarriti, alias Andrea Possa e Marco Rinaldi (17 giugno).
Presto online il calendario completo

Artlab18 per l’Anno Europeo del Patrimonio Culturale

In occasione dell’Anno Europeo del Patrimonio Culturale il Festival ospita un evento satellite di ArtLab18, rassegna sul management culturale curata da Fondazione Fitzcarraldo, che è tra gli highlight del calendario ufficiale di Commissione Europea e MiBACT. Un incontro pubblico il 22 giugno sul palco di Piazza delle Feste e una giornata di studio, il 23 giugno, a Palazzo Reale, che insieme a Goethe Institut – Genua è partner di questo importante appuntamento che ha per focus  “Dialogo interculturale e nuovi cittadini”.

Il Premio Agorà

Il Premio Agorà, VII edizione,  istituito da Suq e dalla rete Med 21, quest’anno sarà assegnato a RAI Radio 3 Mondo e a Radio Orient (Francia). A ritirarlo Cristiana Castellotti, Anna Maria Giordano e Nadia Bey (sabato 23 ). Il premio consiste in un’opera grafica di Emanuele Luzzati. Negli anni sono stati premiati registi, musicisti, scrittori, disegnatori impegnati nel favorire il dialogo e la conoscenza tra le culture. Tra questi Mario Tronco dell’Orchestra di Piazza Vittorio, Vauro, Nadia Kiari, Amara Lakous, Adonis, Giuseppe Conte, Yunus Tawfik, Lucia Goracci, Aida Touihri

I laboratori, la Tenda dei libri, l’Eco Suq, la cultura del cibo

Ogni giorno il Festival si apre con attività educative, il Suq dei bambini, dedicate ai temi della conoscenza delle culture attraverso racconti, costruzione di oggetti etnici, laboratori musicali e di danza. Ma sono tanti i workshop per tutte le età, alcuni dedicati alle buone pratiche per l’ambiente, di cui il Festival è da anni promotore con la rassegna EcoSuq, insieme a eco – partner sensibili, e con il patrocinio del Ministero per l’Ambiente.

All’ingresso del Suq, la Tenda dei libri: una tenda marocchina allestita con tappeti e tavolini dove poter consultare libri, dare vita a scritture collettive, ascoltare letture ad alta voce, in collaborazione la casa editrice Pentagora, Officina Letteraria, Centri culturali, Associazioni.

Per conoscere meglio la cultura del cibo, oltre alle 14 cucine diverse da assaggiare, gli showcooking pomeridiani  ispirati al tema Il cibo italiano dialoga con il mondo, visto che il 2018 è l’anno intitolato al cibo italiano da MiBACT e MiPAAF. A curarli Chef Kumalé, da anni protagonista del Suq e alcuni chef di Genova GourmetLeggi le novità 2018 sul nostro blog

Date e Orari

Genova Porto Antico dal 15 al 24 giugno 2018 –  15 giugno apertura ore 18 –  altri giorni feriali dalle 16 alle 24, sabato e domenica dalle 12 alle 24
Ventimiglia Museo Preistorico Balzi Rossi 30 giugno 2018 – dalle 20 alle 23

Ingresso gratuito a tutte le iniziative esclusi gli spettacoli teatrali

Contatti

festival@suqgenova.it tel.+ 39. 329 2054579
#suqfest18 #20diSuq
Fb Suq Genova Tw @suqgenova In @suqgenova

Comunicato stampa 7/5/2018

Official video 2017

Dicono di noi

SUQ è la prova che non bisogna avere paura di cambiare il mondo.Marguerite Barankitse
Questo sì che è Mediterraneo... Complimenti!Predrag Matvejevic
Siete unici al mondo, siete i più bravi, davvero.Federico Rampini
Trovo che il Suq sia un'idea molto contemporanea, soprattutto perchè il mondo ha paura degli stranieri... Qui troviamo qualcosa che è stato caratteristico del Mediterraneo, e cioè convivere con diverse nazionalità e culture.Julia Kristeva
Siccome l’importante è ciò che si lascia, prima ancora di ciò che si trova, lascio qui un grande entusiasmo. Grazie, continuate così!Marco Baliani
Il Suq non é un luogo, é un’esperienza. Grazie delle emozioni!Vladimir Luxuria