La storia in breve

Suq è una parola araba che significa mercato, quindi luogo di incontro, di scambio e di convergenza.
Senza bisogno di muoverci, il Suq ci porta in un altro mondo, in un simbolico e teatrale bazar dei popoli dove vince la voglia di conoscere gli altri.

1999 / 2003
Gli inizi

Da questa intuizione nasce l’idea di Valentina Arcuri e Carla Peirolero, che con lo scenografo Luca Antonucci danno vita nel 1999 al primo Suq Festival alla Loggia della Mercanzia in Piazza Banchi. Esperimento artistico, innovativo, ribelle agli spazi culturali tradizionali.
Il pubblico affolla la Loggia e riscopre un aspetto della città che così spiegava, nel '300, l’Anonimo Genovese:
Da questa intuizione nasce l’idea di Valentina Arcuri e Carla Peirolero, che con lo scenografo Luca Antonucci danno vita nel 1999 al primo Suq Festival alla Loggia della Mercanzia in Piazza Banchi. Esperimento artistico, innovativo, ribelle agli spazi culturali tradizionali.
Il pubblico affolla la Loggia e riscopre un aspetto della città che così spiegava, nel '300, l’Anonimo Genovese "Tanto numerose sono le persone straniere | Sia in città sia lungo la costa | Con navi piccole e grandi | Che giungono piene di mercanzie | Che tutti i giorni, mattino e sera | Le strade sono troppo affollate…"
Anche i primi ospiti mostrano apprezzamento: Emanuele Luzzati (il primo in assoluto), Ferzan Otzpeteck, Pippo Delbono.

2004 /2006
Il Suq parla di cultura del cibo, cresce e fa Compagnia

Nel 2004 Genova è capitale europea della cultura e il SUQ trasloca nella Piazza delle Feste progettata da Renzo Piano, al Porto Antico;
esce il libro Il viaggio che gli altri ci portano a cura di Maria Pace Ottieri, con testi di vari autori tra cui l'amico Don Antonio Balletto.
Nel 2009 il palcoscenico raddoppia: uno al centro del bazar e uno esterno. 

Cresce il Suq e cresce la cultura del cibo, le cucine rappresentate al Festival, grazie anche agli showcooking di Chef Kumalé, colonna e collaboratore fisso del Suq.
Il Suq produce diversi spettacoli: di particolare successo Butterfly Bazar, Canto di Natale ( insieme al Teatro Carlo Felice), Esistenza Soffio che ha fame con Don Andrea Gallo, che debutta nel 2005 e poi viaggia in tutta Italia sino a pochi mesi dalla scomparsa dell'amato compagno di scena.
La Compagnia del Suq diretta da Carla Peirolero si specializza in teatro musicale, sociale e contemporaneo.

2007 / 2009
Piazza d*Europa, Eco Suq e la festa dei 10 anni

Il Suq entra a far parte come “piazza ideale culturale” della mostra e del catalogo Piazze d’Europa, piazze per l’Europa insieme ad altri soli 60 luoghi europei. Viene sottolineata la capacità di aprirsi a nuovo pubblico, attuale priorità del Programma UE.
Nel 2008 si festeggiano i 10 anni insieme a Fadela Amara, amica del Suq, allora Vice Ministro del Governo Sarkozy.

Inizia il legame con Marco Aime, coautore dello spettacolo Gli Stranieri portano fortuna, prodotto con il Teatro Stabile di Genova.
Nascono i tanti progetti formativi con Università e Scuole.
Arrivano due patrocini importanti: Ministero per gli Affari Esteri e Ministero per l’Ambiente, che premia l'avvio di Eco Suq, buone pratiche per l'ambiente, con lo sguardo alla dimensione internazionale. Si aggregano importanti partner come Novamont.

2010 / 2013
Il Patrocinio UNESCO, Premio Agorà Med e il Ministro Kyenge

Nel 2011 viene concesso per la prima volta al Suq Festival il patrocinio UNESCO, cui dal 2012 si aggiunge il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Ministero per l’Integrazione.

Nel 2011 prende il via il Premio Agorà Med che ogni anno valorizza il lavoro di due personalità delle due sponde del Mediterraneo.
I premiati: Amara Lakhous e Isetta Toso, Marco Turco e Younis Tawfik, Mario Tronco e Sanjay Kansa Banik, Nadia Khiari e Vauro Senesi.

Nel 2013 si festeggiano i 15 anni insieme al Ministro per l’Integrazione Cècile Kyenge, accolta da un pubblico ampio e affettuoso.

2014 / 2016
Best practice europea, Teatro del Dialogo e Suq a Milano

Nel 2014 il Progetto Suq Festival e Teatro è best practice per il dialogo tra culture nel Report OMC Diversity Dialogue della Commissione Europea, ed entra a far parte della rete EFFE (Europe for Festivals Festivals for Europe).

Intanto accentua la sua vocazione teatrale e conquista il sostegno del MiBACT, incrementato poi nel 2015. Molti gli ospiti della rassegna Teatro del Dialogo (Ovadia, Celestini, Perrotta, Baliani, Teatro delle Albe…) e le produzioni tra cui Café Jerusalem e Teresa mon amour di Julia Kristeva, protagonista al Suq di una memorabile lectio magistralis.

A settembre 2015 il Suq sbarca a Milano con La Fabbrica del Dialogo con il Suq delle Culture, grazie ad una rete che vede capofila l'Associazione Sunugal e il coinvolgimento del Comune di Milano. E’ anche l’anno in cui il Suq Festival conquista la Menzione speciale Premio turismo responsabile, assegnato da L’Agenzia di Viaggi, network di informazione turistica, in occasione della Borsa del Turismo Siti Unesco

Nel 2016 il Suq è diventato maggiorenne, con un'edizione di grande successo. La storia continua...