Mondopentola – Ricette per convivere

Il progetto

Mondopentola – Ricette per convivere è il titolo del progetto con cui la Compagnia del Suq ha vinto il bando MigrArti 2018 del MiBACT, unica realtà ligure – insieme ad altre 28 selezionate in Italia – su più di 150 progetti artistici presentati.

Mondopentola, ispirato all’omonimo libro curato da Laila Wadia, scrittrice di origine indiana residente in Italia, vuole mettere in scena il cibo come motore del dialogo e dell’integrazione tra culture: basti pensare alla convivialità che riesce a stimolare una tavola imbandita.

La cucina, infatti, pur valorizzando le differenze, unisce magicamente linguaggi e provenienze. Imparare a mischiare gusti diversi significa aprirsi al nuovo, fare amicizia.

Lo spettacolo

Un tema chiave per l’intercultura: il cibo. Una nuova produzione della Compagnia del Suq, diretta da Carla Peirolero.

Mondopentola – Ricette per convivere, andato in scena dal 27 al 29 luglio  a Palazzo Reale di Genova (guarda la fotogallery), ha visto recitare insieme una ventina di artisti di 16 origini diverse  (Cuba, Messico, Panama, Perù, Nigeria, Liberia, Repubblica Dominicana, Mauritania, Guinea, Ecuador, Angola, Albania, Mali, Gambia, Ucraina e Italia), tra artisti professionisti e  giovani alle prime esperienze teatrali: Olmo Manzano AnorveAlberto LassoElena NadyakOksana NadyakLeli K-lidasPreci PBianca Podestà insieme a Mohammed BarryEnmanuel De La CruzTourad Yemhlou Mouhamed Essid, Roberta DesderiLamin Dinguross, Pancracio Bungo LubengoAna Paula Gonzalez TorresIgho OlizeEriomina ShahajBemba SidibeMelissa ZhingreSebastiàn Zhingre. 

Elementi scenici e di costume di Danièle Sulewic con la collaborazione di Alhassane Diallo, Foday Fatty, Suleyman Kassama, Cherif Watara, mentre la consulenza musicale è di Laura Parodi. Lo spettacolo infatti intreccia narrazione, musiche e danze come nello stile della Compagnia del Suq. Hanno collaborato alle attività artistiche e formative Raffaele Casagrande, Emilia Marasco e Olmo Manzano Anorve.

Lo spettacolo è il risultato finale di un progetto artistico che dopo la fase di stesura, a dicembre 2017, e l’esito positivo del Bando, ha attivato da aprile 2018 laboratori di scrittura e teatrali (condotti da Emilia Marasco, che insieme a Carla Peirolero ha fatto anche l’adattamento drammaturgico), con la partecipazione di oltre 30 persone. Insieme alle attività formative ci sono stati incontri di approfondimento, tra cui, significativo, quello con Claudio Bernardi e Giulia Innocenti Malini dell’Università Cattolica di Milano, sui temi del Teatro e Intercultura per la formazione di una comunità plurale.

La partenza è stata avviata con una call per partecipare ai laboratori di scrittura e teatrali, che ha visto l’adesione di una ventina di giovani.

Il progetto artistico, di cui capofila è il Suq, vede come partner: Palazzo Reale di Genova, Comitato Casa del Migrante Ecuadoriano, Mabota A.S.A, Associazione Semi Foresti;
Ampia la rete delle collaborazioni: CIT Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, Teatro Stabile di Genova, Associazione Luanda, Associazione Solidarietà Italo-Etiope-Eritrea, ACLI Liguria, Endofap Liguria, Associazione Culturale Matrioske, Vivere Santa Brigida, Comunità Ucraina, Officina Letteraria.

Progetto Migrarti Spettacolo 2018 del Mibact
A questo link il video dello spettacolo dello scorso anno


Info: www.migrarti.it