#Suqfest21 comunicato stampa giovedì 2 e venerdì 3 settembre

23° SUQ Festival – Teatro del dialogo
da venerdì 27 agosto a domenica 5 settembre 2021
Piazza delle Feste Porto Antico Genova

Noi siam peregrin come voi siete
(Dante, Purgatorio, Canto II)

In primo piano:

LE GIORNATE di giovedì 2 e venerdì 3 settembre

L’anteprima nazionale di “Love me tender” con Shi Yang Shi, spettacolo sulle dipendenze e l’amore, indicato solo per il pubblico adulto – Il concerto “Mammaliturki!” con Dj Nio e tanti ospiti – Per EcoSuq la campagna Abiti Puliti con Deborah Lucchetti e l’incontro “Io sono oceano – Decennio del mare 2021/2030” con Francesca Santoro dell’Unesco – Il punto su migrazioni e diritti con l’afghano Enaiatollah Akbari e Alessandra Ballerini – Ogni giorno Suq dei bambini, cucine e artigianato

Genova, 31 agosto 2021 – Il 23° Suq Festival, in programma fino al 5 settembre nel Porto Antico di Genova, entra nel vivo con due giornate ad altissimo quoziente di attualità. In primo luogo per la presenza dell’afghano Enaiatollah Akbari, ma non solo. Partiamo da lì. Akbari, protagonista e coautore con Fabio Geda del libro “Nel mare ci sono i coccodrilli” (Baldini + Castoldi) e ora nelle librerie con “Storia di un figlio andata e ritorno” (Baldini + Castoldi), venerdì 3 settembre alle ore 19, insieme all’avvocato Alessandra Ballerini, è protagonista dell’incontro su migrazione e diritti condotto dalla scrittrice Emilia Marasco. Per imprevisti impegni personali non sarà presente Goffredo Fofi. Il valore dell’appuntamento travalica la normale scansione del programma, trascinato inevitabilmente verso l’attesa testimonianza di chi ha contatti diretti con amici e parenti rimasti in Afghanistan dopo i recenti, drammatici fatti. Akbari potrà fornire il suo punto di vista sul complesso mondo mediorientale, che ha lasciato undici anni fa arrivando in Europa come profugo.

Giovedì 2 settembre (ore 21,30) in primo piano lo spettacolo in anteprima nazionale “Love me tender”, un racconto sulle dipendenze e sull’amore scritto da Renata Ciaravino e Shi Yang Shi, quest’ultimo anche interprete, con la partecipazione di Marco Ottolini. Indicato per il solo pubblico adulto, “Love me tender” nasce da una profonda indagine sul campo, svolta in collaborazione con la S.I.I.Pa.C. di Bolzano, un centro altamente specializzato nella riabilitazione di persone con problemi di dipendenze comportamentali e psicologiche. Lo spettacolo illustra le dinamiche compulsive in ambito affettivo e sessuale, pornodipendenza inclusa, affrontando con coraggio i tabù più profondi. Produzione Nido di Ragno/CMC in collaborazione con 23° Suq Festival.

Sempre giovedì 2 settembre, alle ore 18, si parla dell’impatto dell’industria tessile sui diritti umani e sull’ambiente nell’incontro “Le ali non sono in vendita – Campagna abiti puliti”, realizzato in collaborazione con Banca Etica, in presenza e live sui canali social del Suq. I punti di partenza per affrontare la discussione sono il film “Le ali non sono in vendita – Viaggio nel labirinto della fasta fashion” di Paolo Campana e il podcast “What the fashion”. Intervengono Deborah Luchetti responsabile della campagna Abiti Puliti, Claudia Vago project manager di Valori.it, il regista Paolo Campana e la podcaster Ilaria Zanardi.

Venerdì 3 settembre (ore 21,30) si torna alla musica con “Mammaliturki!”, concerto del genovese Dj Nio, che si è trasferito a Istanbul e si è trovato nella necessità di descrivere in famiglia la realtà semisconosciuta di una città nascosta, interculturale e resistente. Ne sono nati il documentario e il libro “Mammaliturki! Come spiegare Istanbul a mia madre”, che saranno presentati nel corso di una serata multimediale in cui Nio ha chiamato al suo fianco ospiti speciali come Lure (Zero Plastica), Dindo, Astrales Dance Troupe, Disti e OImo Andres Manzano Anorve. Il concerto sostiene Mor çati – Tetto viola, organizzazione non governativa turca che si occupa delle donne vittime di violenza. L’ingresso è gratuito, ma è raccomandata la prenotazione whatsapp al numero 329 2054579.

Subito prima (ore 18) sempre venerdì 3 settembre, sotto il tendone in Piazza delle Feste al Porto Antico di Genova e live sui canali social del Suq, si parla di ecologia con l’incontro “Io sono oceano. Decennio del mare 2021/2030”, che illustra il programma varato dalle Nazioni Unite per lo sviluppo sostenibile della vita del e sul mare. Ne parlano Francesca Santoro, programme specialist della Commissione Oceanografica Intergovernativa dell’Unesco, l’assessore comunale alla Famiglia e relativi diritti Lorenza Rosso, in rappresentanza del sindaco Marco Bucci, il presidente della Camera di Commercio di Genova Luigi Attanasio, il direttore Impianti e Ricerca e Sviluppo Innovativo Amiu Tiziana Merlino. Conduce il giornalista Giovanni Giaccone di Goodmorming Genova.

Gli altri appuntamenti Ecosuq delle due giornate sono: “Il mandillo, una stoffa magica” (giovedì 2 settembre, ore 17), workshop a cura di SFUSO diffuso sull’utilizzo del mandillo (fazzoletto), oggetto della tradizione ligure e metafora internazionale di sostenibilità; “Spiagge pulite: una voce ai protagonisti!” (venerdì 3 settembre, ore 17), per conoscere associazioni e gruppi che contribuiscono alla pulizia delle spiagge e delle aree pubbliche genovesi, a cura di Cittadini Sostenibili in collaborazione con Worldrise, Change For Planet, Black Bag, Zena Trash Busters, Surfrider Genova, Trashteam – Save the River.

Per i bambini, giovedì 2 e venerdì 3 settembre alle ore 16, gli educatori di Saperecoop propongono il laboratorio “Pulcinella e il Mediterraneo”, consigliato dai 6 ai 10 anni.

Infine, giovedì 2 settembre alle ore 10,30 si tiene l’ultima replica dello spettacolo “Dannatamente libero” di Sonia Antinori con Bintou Ouattara, accompagnata dai musicisti Ousmane Coulibaly e Souleymane Diabate.

Ogni giorno il Suq Festival propone cucine e artigianato, per curiosare fra l’angolo delle spezie, l’artigianato siriano, ecuadoriano, africano, con una sosta per il thé e l’aperitivo del Suq e una cena a base di invitanti e profumati piatti etnici.

Durante tutto il Suq Festival è attiva l’iniziativa solidale “Close the Gap”, ideata da Suq & Coop Liguria: chi acquista un biglietto degli spettacoli del Suq Festival riceve un coupon che vale una donazione di prodotti COOP Liguria per il Centro Per Non Subire Violenza.

Tutti gli eventi di queste due giornate sono gratuiti, eccetto lo spettacolo della rassegna Il Teatro del Dialogo Love me tender (biglietto €10 intero, €7 ridotto, prenotazione via whatsapp al numero 329 2054579), il concerto Mammaliturki! è gratuito ma la prenotazione al numero qui sopra è raccomandata. Biglietti sospesi per cittadini in difficoltà, in collaborazione con diverse associazioni di volontariato. Solo per assistere agli spettacoli e ai concerti, nel corso di tutto il festival, è necessario essere dotati di Green Pass o della certificazione di un tampone negativo nelle 48 ore precedenti l’appuntamento.

Sostenuto dal 2014 dal Ministero della Cultura, il SUQ Festival 2021 è patrocinato dalla Commissione Nazionale Italiana UNESCO e dal Ministero della Transizione Ecologica per l’impegno nei confronti delle tematiche ambientali e la scelta di essere plastic free. Altri importanti patrocini sono quelli di Union for the Mediterranean e della Società Dante Alighieri. Partner istituzionali storici sono Comune di Genova, Regione Liguria, Camera di Commercio di Genova e Porto Antico di Genova Spa. Maggior sostenitore è la Fondazione Compagnia di San Paolo

Programma completo e aggiornamenti sul sito www.suqgenova.it
Info festival@suqgenova.it, cell. 329 2054579

#suqfest21 #ecosuq #plasticfree