23° Suq Festival 2021 – comunicato stampa 29 e 30 agosto

23° SUQ Festival – Teatro del dialogo
da venerdì 27 agosto a domenica 5 settembre 2021
Piazza delle Feste Porto Antico Genova

Noi siam peregrin come voi siete
(Dante, Purgatorio, Canto II)

In primo piano:

LE GIORNATE di domenica 29 e lunedì 30 agosto

Lo spettacolo “Il riscatto” di e con Mohamed Ba – L’incontro “Fumetti, rap e teatro: l’intercultura che funziona” con Takoua Ben Mohamed, Amir Issaa, Mohamed Ba e Oliviero Ponte di Pino – Per i bambini “Sotto la tenda” di e con Abderrahim El Hadiri – Showcooking con Chef Kumalè sul wok – Le repliche de Il mio canto libero lo spettacolo del Suq Festival dedicato a Dante in tante lingue diverse

Genova, 27 agosto 2021 – Il 23° Suq Festival 2021 si immerge nelle culture del mondo con i numerosi appuntamenti in programma domenica 29 e lunedì 30 agosto al Porto Antico di Genova. In Piazza delle Feste lunedì alle 21,30 Mohamed Ba, senegalese, interpreta lo spettacolo “Il riscatto” di cui è anche autore, che sostituisce l’annunciato “Come diventare africani in una notte”, annullato per il problema di salute di uno dei protagonisti. “Il riscatto” è dedicato al fenomeno migratorio e ripercorre le esperienze vere di chi ha lasciato il suo paese originario, analizzando le enormi difficoltà di maturare un cambiamento sociale, culturale, lavorativo, emotivo. L’intercultura è al centro dell’incontro “Fumetti, rap e teatro” (lunedì 30 agosto, ore 18), realizzato in collaborazione con Ateatro.it, a cui partecipano l’illustratrice e graphic-journalist Takoua Ben Mohamed, di origine tunisina e romana di adozione, autrice de “Il mio migliore amico è fascista” (Rizzoli); Amir Issaa, nato e cresciuto a Roma da padre egiziano e madre italiana, rapper, musicista e produttore, autore del libro “Educazione rap” (ADD Edizioni); Mohamed Ba, in dialogo con il giornalista e critico Oliviero Ponte di Pino. Lo stesso Ponte di Pino, con Giulia Alonzo, domenica 29 agosto alle ore 11, sarà in diretta dal Suq sulla pagina facebook @Bolzano29 Centro Culturale, per parlare di teatro, intercultura e di tutte le novità del Festival con El Hadiri, Chef Kumalè, Alberto Lasso e Carla Peirolero, coordinatore e direttrice del Suq Festival.

Molte le iniziative di questi due giorni indirizzate ai bambini, cominciando dallo spettacolo “Sotto la tenda” di e con Abderrahim El Hadiri, prodotto da Cicogne Teatro. È in programma lunedì 30 agosto (ore 10,30 e 14,30), in replica martedì 31 agosto (ore 10,30). L’artista di origine marocchine accoglie gli spettatori sotto la tenda per ascoltare un’avventura tra mari e deserti. Seduti sul tappeto inizia la magia di un racconto da seguire guardando i disegni fatti con la sabbia, mentre nell’aria si spandono profumi provenienti da un mondo lontano. Bambini e bambine incontrano personaggi magici, scoprono altri paesi, montagne e deserti dove accadono fatti imprevedibili che fanno sorridere, ridere e anche riflettere. Il Suq dei bambini propone anche un laboratorio di danza moderna e video dance (domenica 29 agosto, ore 16), a cura di 5678 Studio; e “Alla scoperta del Suq” (lunedì 30 agosto, ore 16), un incontro con gli artigiani e i ristoratori del Suq.

Immancabile e attesissimo lo showkooking di Chef Kumalè aka Vittorio Castellani, che domenica 29 agosto alle ore 18 propone “Wok’n’roll: impariamo a cucinare come una wok star”, una masterclass realizzata insieme a Emmanuela Alesiani di SUITEFOOD®.

Domenica 29 agosto sul palco di Piazza delle Feste, alle 19 e alle 21,30, doppia replica de “Il mio canto libero” è un progetto teatrale di Paola Bigatto prodotto dalla Compagnia del Suq con il patrocinio della Società Dante Alighieri. Si tratta di un convivio in onore di Dante, dove la vivanda è la poesia. Ma anche il racconto e l’amicizia che unisce gli interpreti Paola Bigatto, Enrico Campanati e Carla Peirolero, la cantante Esmeralda Sciascia, il chitarrista Marco Cravero, i loro ospiti Abderrahim El Hadiri, Alberto Lasso, Bianca Podestà, colonna del teatro in genovese, e gli spettatori stessi, chiamati a partecipare portando una terzina della Divina Commedia a loro particolarmente cara. Da questa idea parte lo spettacolo in cui i versi recitati anche in arabo (Abderraim El Hadiri), in spagnolo (Alberto Lasso), in genovese (Bianca Podestà) si alternno a momenti divertenti e a canzoni, fino all’happening finale in cui sarà coinvolto tutto il pubblico.

Tutti gli eventi di queste due giornate sono gratuiti, eccetto i due spettacoli della rassegna Il Teatro del Dialogo Il riscatto e Il mio canto libero (biglietto €10 intero, €7 ridotto, prenotazione via whatsapp al numero 329 2054579). Biglietti sospesi per cittadini in difficoltà, in collaborazione con diverse associazioni di volontariato. Solo per assistere agli spettacoli e ai concerti, nel corso di tutto il festival, è necessario essere dotati di Green Pass o della certificazione di un tampone negativo nelle 48 ore precedenti l’appuntamento.

Sostenuto dal 2014 dal Ministero della Cultura, il SUQ Festival 2021 è patrocinato dalla Commissione Nazionale Italiana UNESCO e dal Ministero della Transizione Ecologica per l’impegno nei confronti delle tematiche ambientali e la scelta di essere plastic free. Altri importanti patrocini sono quelli di Union for the Mediterranean e della Società Dante Alighieri. Partner istituzionali storici sono Comune di Genova, Regione Liguria, Camera di Commercio di Genova e Porto Antico di Genova Spa. Maggior sostenitore è la Fondazione Compagnia di San Paolo

Info festival@suqgenova.i cell. 329 2054579
#suqfest21 #ecosuq #plasticfree