La rassegna teatrale al Suq Festival 2017

maggio 16, 2017 Blog, Suq News 0 Comments

Cuore del Suq Festival, dal 15 al 25 giugno al Porto Antico, il Teatro del dialogo quest’anno presenta 9 spettacoli su 4 palcoscenici unici e suggestiviattorno al tema Il viaggio e la sosta.

Una rassegna, sostenuta dal Mibact e dalla Compagnia di San Paolo, che porta in scena compagnie multiculturali, artisti affermati e giovani emergenti. Al centro, argomenti di grande attualità, un omaggio a Lele Luzzati e un evento unico a Ventimiglia, venerdì 30 giugno, dove la storia del viaggio raccontata dagli artisti, si interseca con questo luogo di frontiera: punto di arrivo e di partenza di centinaia di migranti.

Sarà un percorso che attraversa le storie di chi è andato o è arrivato, chi si è fermato o è ancora in viaggio alla ricerca di un luogo dove mettere radici, o semplicemente sostare per un po’.

Appuntamenti imperdibili, quelli con la cultura del dialogo del Suq, che da anni permette di conoscere il volto più innovativo del teatro.

Gli spettacoli

L’inizio, sabato 17 giugno ore 21.30 sul palco del Suq, è affidato a Di suoni e d’asfalto. Uno spettacolo dedicato alla letteratura di viaggio e portato in scena da Eugenio Allegri con il gruppo musicale “al femminile” De les Nuages Ensemble. Solcando le pagine di Miller, Kerouac, Soldati, Chatwin, Le Clézio, Baricco, Calvino e cavalcando suoni berberi, klezmer, tango e mediorientali, grazie all’arte affabulatoria di Allegri e a uno straordinario quartetto di musiciste, si approda in un territorio di scoperta particolarmente emozionale.

Una Medea urbana e contemporanea si racconta ripercorrendo le vie del suo dramma nello spettacolo itinerante di Giampiero BorgiaDentro un furgone, che ospiterà solo 7 spettatori per volta, entreremo a tu per tu con la storia di questa giovane migrante, arrivata in Italia e finita a prostituirsi per amore di un uomo da cui si crede ricambiata. Domenica 18 giugno, ore 19, e da lunedì 19 a mercoledì 21, ore 21.

Dal dramma di Medea alla tragicommedia kafkiana di Deuteronomio Pentateuco #5,  lunedì 19 giugno ore 21.30 e martedì 20 giugno ore 21.30 al Museo LuzzatiIn scena una giovane compagnia vincitrice della call teatrale lanciata dal Suq Festival e riservata a under 35. Uno spettacolo che debutta in prima nazionale a Genova e che si ispira al Deuteronomio biblico, ma si immerge nel quotidiano

L’appuntamento con l’omaggio del Suq a Lele Luzzati, nel decennale della sua morte, è lunedì 19 giugno ore 10.30 sul Palco Suq con Trallalero Trallalà, la gazza ladra è ancora qua, rime, favole e filastrocche dell’artista.

Mercoledì 21 giugno ore 21.30 al Museo Luzzati racconteremo una storia che contiene in sé tutte le stigmate del migrare: dalle ragioni fino alle conseguenze di una scelta così forte come quella di lasciare la propria terra. Lireta. A chi viene dal mare, interpretata da Paola Roscioliè uno spettacolo denso di parole, emozioni, suoni, con la regia e la drammaturgia di Mario Perrotta, attore e regista molto noto nel panorama nazionale e internazionale.

Giovedì 22 giugno ore 21.30 il teatro approda sull’Isola delle Chiatte. Per vedere, cullati dal mare, Sotto un cielo straniero: una rappresentazione sul senso di spaesamento di alcuni cittadini immigrati. Per la regia di Tiziana Bergamaschi con, tra gli altri, Olivier Wangue Elouti. Uno spettacolo che tratta temi forti, ma con leggerezza e un’ironia che non risparmia nessuno, e che ci obbliga a riconoscerci nei comportamenti stereotipati e nei pregiudizi sui cosiddetti “extracomunitari” attraverso un dichiarato gioco scenico.

Venerdì 23 giugno ore 19.00 e ore 21.30, saliremo a bordo del piroscafo che ha ospitato il più grande pianista di tutti i tempi: Denny Boodman T.D. Lemon Novecento. Sull’Isola delle Chiatte, rivive La leggenda del pianista sull’oceano. Spettacolo tratto dal libro di Alessandro Baricco, Novecento, con l’adattamento di Igor Chierici, che presta voce e corpo al protagonista.

Dal mare ai colori multietnici del palco del Suq per vedere, sabato 24 giugno ore 19, La Giovine Italia. Un avvincente racconto al femminile, attraverso il legame tra le figlie e le madri arrivate qui negli anni ’80 e ’90 o protagoniste delle migrazioni interne. Il testo dello spettacolo è frutto di una drammaturgia corale che nasce dall’attività laboratoriale delle attrici della Compagnia Almateatro con ragazze nate in Italia o giunte per ricongiungersi alla famiglia.

Chiudiamo alla frontiera di Ventimiglia, al Museo dei Balzi Rossi, venerdì 30 giugno ore 19, con lo spettacolo che è il cuore di questa rassegna: Il lungo viaggio, tratto dal racconto di Sciascia. Uno spettacolo, nato da un’idea di Carla Peirolero che ne ha curato anche la regia, che narra le avventure emblematiche di un gruppo di migranti degli anni 50.  Una lettura pubblica di Pippo Delbono con le musiche a cura della Compagnia del Suq. In collaborazione con Comune di Ventimiglia e Museo Preistorico dei Balzi Rossi.

Biglietti

Prezzo: intero 7 Euro; ridotto 5 Euro – Per Soci Suq e Soci Coop
Medea sul Lungomare Canepa 10 Euro
Trallalero Trallalà, la gazza ladra è ancora qua 3 Euro
Il lungo viaggio (30 giugno a Ventimiglia) 10 Euro (comprensivo di visita al Museo)

Informazioni e prenotazioni: tel. 010 5702715/329 2054579 festival@suqgenova.it
I biglietti si possono acquistare al SUQ Festival e online su VivaTicket-Happyticket